A.N.P.I. Piacenza
10 dicembre 2010
Comune di Bobbio
10 dicembre 2010

Monumento ai Caduti della prima guerra mondiale

con lapidi di Caduti della seconda guerra mondiale e lapide dei Caduti partigiani
 

Lapide sul monumento ai Caduti

Lotta di liberazione 1943-1945


Livioni Luciano
Tagliani Emilio
Platè Augusto - Agostino
Bellocchio Giuseppe
Bongiorni Giancarlo
Nodi Pierino
Macellari Maria
Repetti Pietro - Pierino
Monfasani Armando
Ridella Giovanni


Uccelli Enzo MACELLARI MARIA, da Bobbio cl. 1922
Partigiana
 

Medaglia d'Argento
"Animata da alto spirito patriottico dava tutta se stessa alla causa della libertà, trasformando la fede ardente che l'animava nei suoi compagni di lotta, per i quali seppe in ogni istante prodigarsi con cuore di madre e di sorella, sempre prima ad accorrere là dove maggiore era il pericolo. Arestata nel corso di una missione informativa e sottoposta a lunghi interrogatori e ad interminabili torture e sevizie, nulla di compromettente usciva dalle sue labbra. Condannata a morte, davanti al plotone di esecuzione teneva contegno sereno e superbo, tanto da destare l'ammirato rispetto dei suoi aguzzini. Bellissima figura di patriota e di italiana". - Piacenza, 10 marzo 1945. (B.U. 1958 disp. 11ª pag. 985).

 
Bobbio

Cippo collocato nel pubblico giardino
del capoluogo nei pressi del
Monumento ai Caduti
 

Nel nome della libertà
ornamento e decoro del cittadino
ed espressione altissima di diritto

BOBBIO

celebrando il ventennale della resistenza
ne onora commossa gli artefici
memore
che fin dalle sue origini
ebbe quale motto religioso e civico
"si tollis libertatem
tollis dignitatem"
 

 
Mezzano Scotti

Monumento ai Caduti
della 1ª e della 2ª guerra mondiale
vi sono compresi anche i partigiani
 

Cippo collocato appena oltre la località di Fasso
Mezzano Scotti (Bobbio)

La scritta sulla lapide reca:

Il 2 giugno 1945 qui a Fasso
nel pieno del rallestrallamento invernale
i partigiani Busi Eligio e Zerbini Dino
esaurite le munizioni si scagliavano a mani nude
contro gli avversari e cadevano falciati
dal piombo tedesco.

Gli alpini della 7ª brigata non li hanno dimenticati.
Fasso, 7 giugno 1992


Cippo collocato in località Rio Foglino


Municipio di Bobbio - Atrio

La Città di Bobbio
nata dal canto di libertà
del suo preclaro fondatore
e sulle vie del Carroccio
vigile scolta e vindice
di libero governo
ricorda
la sua liberazione
avvenuta il 7 luglio 1944
e gli eroi della resistenza

 

Cimitero di Bobbio 


Gabrieli Angelo
 


Platé Augusto
 

Cimitero di Mezzano Scotti

Tomba di un militare del CIL:
(Corpo Italiano di Liberazione)
 

La lapide reca:
Alla cara memoria
di Repetti Luigi
Medaglia d'Argento
n. il 4-6-1916
Serg. del 3° RGT Alpini
caduto eroicamente a S. Onotrio (Ancona)
l'11-8-1944

La sposa Granelli Maria
i figli Sandro e Adelia
addolorati
 

Repetti Luigi, da Bobbio
Sergente 3° regg. alpini
 

Medaglia d'Argento
"Comandante di squadra mitraglieri, attaccando in settore avanzato da superiori forze tedesche si prodigava per la difesa della posizione fino ad attacco respinto. Rinnovatosi l'attacco, dopo violentissima azione nemica di artiglieria e di mortai, resisteva tenacemente infliggendo all'avversario sensibili perdite. Aggirato sul fianco, in un estremo tentativo di difesa dopo aver lanciato le ultime bombe a mano, cadeva gravemente ferito. Trasportato morente al posto di medicazione, pur essendo conscio dell'imminente fine manteneva contegno esemplare sereno preoccupandosi solo dell'andamento dell'azione. Esempio di valore e di abnegazione". - S. Onofrio, 11 agosto 1944. (B.U. 1945 disp. 21ª pag. 1985).


Cimitero di Mezzano Scotti
Lapide a ricordo di Pierino Nodi